Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





prestiti sociali delle Coop
prestiti sociali delle Coop

Nuove regole per i prestiti sociali delle Coop

Nuove regole in Casa Coop per quanto riguarda i prestiti sociali. Gli scandali degli ultimi mesi hanno spinto al dirigenza di LegaCoop a misure drastiche inserite in un apposito codice di autoregolamentazione. Le varie regole di questo codice dovranno essere rispettate da tutte le cooperative come soglia minima di garanzia; inutile dire che ogni cooperativa potrà dotarsi di norme ancora più stringenti.

Maggiori obblighi di informazioni sull’andamento di ogni prestito e sulla sua reale utilizzazione, sono gli aspetti più importanti di questo radicale cambiamento voluto dai vertici delle cooperative per combattere episodi davvero spiacevoli verificatisi in alcune zona del centro nord. Per le cooperative con maggiori dimensioni, inoltre, un’autorità super partes ed il collegio sindacale dovranno insieme operare specifiche azioni di verifica costante.

Inasprite le sanzioni per coloro che non rispettano le regole: le cooperative potranno incorrere anche l'esclusione da Legacoop. Sono quattro i cardini intorno al quale ruota questo nuovo meccanismo di regolamentazione: controllo di irregolarità, dovute informazione a tutti i soci, opportune proposta di correttivi riguardo le situazioni anomale ed eventuali sanzioni per chi non rispetta le regole di Legacoop. “I controlli - fanno sapere da Legacoop –rispondono ai criteri di proporzionalità alle dimensioni della cooperativa.

Per quelle con maggiori dimensioni, cioè con una raccolta di prestito sociale che supera i due milioni di euro, le verifiche sono esercitate dal collegio sindacale e da un'Autorità indipendente integralmente composta da persone qualificate che saranno nominate dalla direzione nazionale. Informazioni chiare ai soci prestatori che devono essere costantemente informati sulle condizioni della cooperativa. Ogni situazione di criticità dovrà essere immediatamente segnalata ai soci salvaguardandone il prestito.

Proprio per questo spetto sono stati introdotti nuovi parametri specifici riguardo il vincolo di liquidità dei fondi provenienti dalla raccolta del prestito sociale il quale non dovrà essere mai inferiore ad una quota del 30 %. Il mancato intervento in situazioni di criticità da parte del Consiglio di Amministrazione segnalati da Legacoop potrà portare anche all’esclusione da Legacoop”.

Fonte: http://www.debitopubblico.net/


Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!