Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Antifurto casa
Antifurto casa

Antifurto casa: conoscerlo è fondamentale

Chi è in procinto di acquistare un antifurto casa può trovare utile imparare a conoscerne le componenti più importanti. Nel caso di un allarme senza fili, per esempio, si ha a che fare con un dispositivo che è formato da elementi che comunicano e interagiscono wireless. Il cervello del sistema è rappresentato dalla centrale con sirena, all'interno della quale è presente un processore che si occupa della gestione delle diverse funzioni e, al tempo stesso, dell'elaborazione delle informazioni che riceve: è da qui che gli allarmi vengono generati nel caso in cui si verifichi un'intrusione. Nella maggior parte dei casi, la centrale è caratterizzata da una sirena, una tastiera e un display: la soluzione ideale sarebbe quella di posizionarla nei pressi dell'ingresso di casa, in modo tale che sia possibile disattivarla nel momento in cui si entra nell'appartamento o con il telecomando o digitando la password.

Sul sito www.antifurtocasa.info si possono trovare ulteriori informazioni in proposito: si può scoprire, per esempio, che la centrale di un allarme senza fili dovrebbe essere sempre collocata in una posizione non visibile per chi entra in casa. Se è vero che, in caso di manomissione, l'allarme viene comunque attivato, è altrettanto vero che le cautele e le precauzioni non sono mai troppe. Non bisogna dimenticare, poi, che si tratta di un apparecchio che ha bisogno di un collegamento con la rete elettrica, ed è questa la ragione per la quale deve essere alloggiato nei pressi di una presa. Se proprio non si ha la possibilità di farlo, non c'è altra soluzione che quella di montare una presa nuova.

Gli altri componenti di un antifurto senza fili

Tra gli altri componenti di un antifurto casa senza fili ci sono i già citati telecomandi, che - come è ovvio - permettono di far entrare in azione l'allarme e di disattivarlo quando è il caso, e i sensori di movimento, i quali possono essere considerati come gli occhi del sistema, visto che sono in grado di identificare la presenza di intrusi in casa e, di conseguenza, di attivare l'allarme.

Chiaramente, in un antifurto casa non può mancare la sirena esterna, il cui scopo è quello di suonare in modo evidente sia per disturbare gli intrusi che per avvisare i vicini di casa, così come è indispensabile un sensore di fumo, che fa sì che l'allarme venga attivato nel caso in cui sia rilevata la presenza di fumo. Un sensore per le porte e per le finestre, poi, attiva l'allarme quando queste vengono aperte: in genere non è altro che un magnete, installato con delle semplici viti o con il supporto di nastro biadesivo. Un modulo aggiuntivo potrebbe essere il modulo combinatore GSM interno alla centrale, dove inserire una scheda SIM: grazie ad esso si può usufruire della funzione di invio degli sms con l'indicazione del sensore che ha fatto partire l'allarme.


Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!