Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





Antifurto casa prezzi
Antifurto casa prezzi

Antifurto casa prezzi?

L’antifurto casa, negli anni, da prodotto di nicchia del settore della sicurezza e dei sistemi antintrusione, si è trasformato in uno strumento di protezione accessibile a tutti. Il suo costo, in altri termini, si è “democratizzato”: da una parte, infatti, la concorrenza ha contribuito ad abbassare i prezzi e, dall’altra, sono stati lanciati sul mercato numerosi modelli con caratteristiche e costi differenti. Basti pensare che sono disponibili sia kit di antifurto casa a prezzi concorrenziali (in questo caso l’installazione è completamente affidata all’utente) che sofisticati e costosi sistemi di videosorveglianza (questi ultimi, per essere montati, necessitano di manodopera specializzata, che, nella maggior parte dei casi, viene fornita dal rivenditore). Oggi, in altri termini, è possibile tutelare la propria abitazione e i propri cari, senza necessariamente spendere un patrimonio.

I kit di allarme casa super-economici possono essere considerati dei sistemi “all in one” in quanto contengono tutto l’occorrente per installare autonomamente il proprio impianto d’allarme. A tal fine non è necessario essere dei tecnici esperti, ma è pur vero che un pizzico di manualità e di pazienza non guastano affatto.

Dove acquistare gli antifurto casa

I sistemi di allarme in vendita risultano essere pratici, affidabili e più o meno adatti a tutte le tasche. Ma dove è possibile acquistarli? Essi sono disponibili sia presso i rivenditori specializzati che negli store online. L’utente non deve far altro che individuare l’antifurto che meglio si adatta alle sue esigenze e procedere con l’acquisto.

Kit di allarme casa: l’antifurto più economico

La soluzione meno dispendiosa è rappresentata dal kit di allarme casa, un sistema che, essendo già pronto per l’installazione, non richiede l’intervento di un tecnico specializzato. Questo dispositivo, dunque, in poche e semplici mosse e con un investimento minimo consentirà all’utilizzatore di mettere in sicurezza la propria casa.

Con il kit antifurto è possibile risparmiare fino al 50% rispetto ai costi medi, in quanto, come detto precedentemente, non è necessario richiedere l’intervento di un esperto che colleghi l’impianto di allarme con i cavi elettrici incassati nelle pareti. I kit allarme casa, infatti, sfruttano la moderna tecnologia wireless, ovvero quella senza fili. Essa, lo ricordiamo, si basa sulla trasmissione delle onde elettromagnetiche via radio.

Se si desidera ottenere un risparmio ulteriore, è possibile acquistare il kit di allarme direttamente dall’azienda produttrice specializzata nel settore della sicurezza.

Come scegliere il miglior kit allarme casa per le proprie esigenze?

Considerata l’ampia offerta disponibile sul mercato non è semplice selezionare il modello di antifurto che più si addice alle caratteristiche della propria casa.

La scelta deve essere ponderata e consapevole: in primo luogo è importante optare per un dispositivo prodotto da un brand rinomato e affidabile. In secondo luogo l’acquisto va effettuato tenendo presente il numero di componenti del kit di allarme stesso e la qualità delle loro prestazioni. D’altra parte è anche opportuno accertarsi che nella confezione di vendita siano compresi i tool per l’attivazione e la disattivazione del dispositivo (si pensi, ad esempio, ai telecomandi, alle tastiere, alle chiavi elettroniche, ecc.).

Per non rischiare di effettuare un acquisto sbagliato, è consigliabile leggere in rete le recensioni degli altri acquirenti e fare, contestualmente, una ricerca sull’azienda produttrice, sulla eventuale assistenza post-vendita e sul tipo di garanzia fornito.

Composizione e configurazione del kit allarme wi-fi

Il kit di allarme è costituito da diversi componenti in grado di interagire tra di loro, ovvero:

1 – una centralina d’allarme, che ha il compito di gestire l’intero sistema e di coordinare le funzioni delle varie componenti;
2 – i sensori o rilevatori, che hanno il compito di captare eventuali movimenti sospetti e di comunicarlo alla centralina; sul mercato ne esiste una vasta gamma e alcuni di essi sono in grado di coprire aree piuttosto ampie (si pensi, ad esempio, ai rilevatori da esterno). Molto utili sono anche i cosiddetti sensori perimetrali, in quanto riescono a tutelare tutti i possibili punti di accesso all’abitazione;
3 – gli attuatori, ovvero il dispositivo acustico (la sirena), che può essere regolato con diversi volumi sonori, e il combinatore telefonico (strumento deputato all’inoltro di messaggi telefonici a numeri preinseriti in caso di intrusione);
4 – i telecomandi e le tastiere per configurare l’allarme, attivarlo e disattivarlo (i più moderni impianti offrono anche la possibilità di gestire da remoto l’antifurto tramite il proprio smartphone);

Taluni modelli, lo ricordiamo, sono dotati anche di telecamere di sorveglianza in grado di registrare e di conservare in archivio le immagini.

Il manuale di installazione del kit di allarme

Qualsiasi sia il modello del kit di allarme, esso sarà sempre munito di un dettagliato libretto delle istruzioni, che consentirà all’utente di montare il proprio dispositivo con estrema facilità.

Va detto, inoltre, che il manuale di installazione contiene tutte le informazioni necessarie per la corretta collocazione delle varie componenti. La centralina d’allarme, ad esempio, deve sempre essere posizionata a una certa distanza sia dai sensori che dal dispositivo acustico e, inoltre, non deve essere troppo visibile, in quanto potrebbe essere facilmente manomessa dai ladri. Relativamente alla sirena, invece, va detto che essa deve essere preferibilmente posizionata in corrispondenza della porta di ingresso o dei balconi, in modo tale da scoraggiare i ladri che intendono fare irruzione nell’abitazione.

Una volta terminata l’installazione è possibile procedere con il test di funzionamento finale.

I tutorial del web sono un ottimo supporto per l’installazione del kit di allarme

A rendere ancora più agevole il compito dell’utente, intervengono i vari tutorial, ovvero le guide all’uso, disponibili sul web. Sarà sufficiente digitare nel box di ricerca di YouTube il modello e il brand del proprio kit di allarme per accedere a un video illustrativo, in cui viene spiegato nei minimi dettagli come procedere con il montaggio e con l’attivazione.

I principali vantaggi del kit d’allarme

I principali vantaggi del kit antifurto casa sono i seguenti:

1 – prezzo accessibile: esso, infatti, non prevede alcun costo aggiuntivo, in quanto è facilmente installabile e non richiede interventi di manodopera;
2 – tutto il materiale necessario è compreso nella confezione di vendita;
3 – malgrado la convenienza economica esso garantisce agli utilizzatori performance dagli elevati standard qualitativi.


Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!