Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





allarme wifi
allarme wifi

Allarme wifi, come installarlo? La guida

È necessario puntare su sistemi di allarme di ottima qualità nel momento della scelta di un allarme, ragionando anche in termini di esigenze e di dimensioni da proteggere: un condominio è ben differente da un villino isolato o un'azienda.

In molti casi, ormai il wifi è l'ultima frontiera di protezione oltre che di connessione: per questo diversi sistemi di sicurezza sono ormai venduti con questa tecnologia. Garantiscono massima protezione quando si è fuori casa, mediante il sistema ad onde radio che trasmette il segnale di allarme in caso di intrusione.
Un sistema di sicurezza che non è soggetto ad interruzione di corrente elettrica, funziona in modo semplice ed efficace.
Nella fase di installazione un allarme wifi è sicuramente più semplice da gestire e meno impegnativo rispetto ai modelli che presuppongono lavori in muratura, o conoscenze tecniche particolari.

Le diverse operazioni da compiere sono poco impegnative e rapide, di solito illustrate e spiegate sui manuali d'uso degli impianti di allarme, o sui video tutorial. Di regola, all'interno dei siti internet dell'azienda produttrice sono presenti filmati e materiali che possono fornire anche spiegazioni e delucidazioni in merito. Oltre ai video di alcuni appassionati o utenti, che possono comunque dare un quadro più ampio nel procedimento di installazione dell'antifurto.

Una posizione importante da controllare è quella relativa a dove sistemare la centralina, che deve essere posizionata in un punto ben protetto, per non essere manomessa ma nello stesso tempo non nascosta da mobili o pareti che ne impediscano la trasmissione delle onde radio.
È preferibile sempre sistemarla in modo da avere una distanza uguale da tutti gli altri componenti, per consentire un segnale ottimale anche in questo caso. Ancorarla al muro è sempre meglio, con trapano e tasselli che vengono forniti.

La sirena, invece, è bene che abbia una visibilità da fuori, per scoraggiare eventuali ladri – in alcuni modelli di antifurti senza fili è presente anche una seconda sirena, da posizionamento interno alla casa.
La centralina deve essere dotata di batterie, poi procedendo con l'inserimento del codice di identificazione si può attivarla. Procedere ad una prova è la regola, per controllare se la posizione sia corretta e se vi siano problemi di comunicazione fra le diverse parti.
I vari rilevatori vanno sistemati nei punti sensibili della casa, dove avviene il passaggio obbligatorio come porte e ingressi, finestre o stanze specifiche.
Dopo la prova preliminare, azionando il telecomando, effettuatene una conclusiva per sperimentare tutto il potenziale e il funzionamento di questi impianti di sicurezza senza fili.

È bene verificare sempre che i sistemi di antifurto senza fili acquistati siano a marchi CE, il quale indica la conformità alle normative vigenti in materia di impianti di sicurezza.




Galleria fotografica

impianti di sicurezza senza fili
impianti di sicurezza senza fili

Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!