Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





donne incinte discriminate
donne incinte discriminate

Cresce il numero di donne incinte discriminate che ricorrono alla cartomanzia

Incredibile ma vero: ancora oggi sono numerose le donne che vengono licenziate, declassate o trasferite per il semplice fatto di essere incinte o di essere da poco diventate madri. Addirittura, in alcuni casi, molte donne non vengono proprio prese in considerazione dal potenziale datore di lavoro solo per il fatto di essere in età fertile. Insomma si tratta di una vera e propria anacronistica discriminazione ai danni delle donne che, non sempre, sono in grado di reagire a essa nel migliore dei modi. Talora possono far capolino anche forme depressive croniche, da cui non è facile venire fuori. Come fare per trovare un aiuto? Da una recente ricerca è emerso che molte donne decidono di ricorrere alla cartomanzia per trovare conforto e rassicurazioni.

La storia di una operaia del settore tessile

La storia di Giovanna, che è stata riportata da “la Repubblica” di Firenze è un esempio emblematico di quanto le donne incinte possano essere vessate e subire mobbing sul posto di lavoro. La donna racconta che da mesi è vittima di un forte stato depressivo, a causa delle angherie subite in fabbrica: “La persecuzione è iniziata quando ero incinta, poi, da quando sono tornata dal permesso per maternità non mi hanno più dato pace”. Insomma è stato fatto di tutto affinché la donna optasse per l’autolicenziamento: è stata trasferita in altra sede, le sono stati cambiati improvvisamente i turni di lavoro e le offese e gli insulti sono piovuti a iosa.

Come liberarsi dalla depressione?

Ovviamente il caso sopracitato è uno dei tanti che si verificano quotidianamente nel nostro Paese: l’Italia, infatti, risulta essere parecchio arretrata quanto a diritti femminili in ambito lavorativo.

Quando ogni speranza sembra essere persa, quando neppure un bravo psicoterapeuta è riuscito a risollevare la donna vessata dal proprio stato depressivo, una soluzione alternativa potrebbe essere quella di ricorrere a un servizio di cartomanzia ad hoc.

Cartomanzia: come funziona?

Sempre più spesso coloro che si rivolgono a un cartomante lo fanno tramite il web: in tal modo è possibile rimanere anonimi e spendere una cifra piuttosto bassa per avvalersi della consulenza di un professionista.

D’altra parte va pure rilevato che il cartomante, (vedere qui ad esempio), è un sensitivo esperto del metodo divinatorio che, attraverso la lettura delle carte da gioco o dei tarocchi, è in grado di rivelare il futuro al proprio interlocutore, interpretando anche i segni distintivi della sua personalità.

La cartomanzia non è in grado di modificare il destino, ma è un efficace strumento per comprendere il presente ed entrare in profondo contatto con la propria interiorità.? La cartomanzia può essere definita, pertanto, è un sistema di divinazione di tipo introspettivo. I segni simbolici delle carte, in altri termini, consentono al cartomante di stabilire una comunicazione autentica con il consultante, permettendogli di individuare autonomamente la decisione più giusta da prendere per risolvere i propri problemi esistenziali.


Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!