Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!





coltivare la plumeria
coltivare la plumeria

Come coltivare la plumeria

La plumeria, bellissima pianta tropicale, è giunta in Europa fin dalla metà del ‘700 per mano degli inglesi e si è poi diffusa in Sicilia, dove si è acclimatata perfettamente. La sua coltivazione alle latitudini italiane non è impegnativa a patto di avere a portata di mano tanto sole ed un luogo caldo dove passare l’inverno. Da anni questa pianta appassiona chi fa giardinaggio a Milano, perchè porta un pezzetto di tropici nelle case. Il suo tallone d’Achille è il freddo, che non deve essere mai tale da farla gelare. Predilige i suoli sciolti e leggeri, che le assicurano un buon drenaggio per l’acqua in eccesso, prima fonte di vita, ma anche di guai. Il suo ristagno le procura facilmente del marciume che aggredisce con facilità i suoi tessuti spugnosi. Ecco qualche consiglio per coltivarla e farla crescere al meglio.

 

Usare vasi contenuti, poco profondi e possibilmente non di plastica che causerebbero la “cottura” delle radici in estate. Preparare un terriccio sciolto con 50% di torba scura e 50% di perlite che all’occorrenza può essere sostituita con miscuglio di pomice fine e sabbia grossa. Da giugno a settembre, innaffiare abbondantemente, ma far asciugare completamente il terriccio fra una annaffiatura e l’altra. Al risveglio vegetativo, circa a maggio o giugno, usare del concime equilibrato 20-20-20 con cadenza quindicinale nelle annaffiature. Solo quando si sarà formata una rosa di almeno 3 foglie, sostituire il concime delle annaffiature con uno per uso fogliare con alto titolo di Fosforo: 10-30-10 o 10-40-10 o 10-50-10, ma usare titolatura alta solo su piante adulte e questo ne stimolerà una fioritura copiosa.

 

Da maggio, se le temperature lo consentono, esporre in pieno sole per poi scegliere in agosto, una posizione tale da risparmiarle il sole cocente nelle ore centrali. In settembre o novembre, quando all’abbassamento delle temperature consegue l’ingiallimento e la caduta delle foglie, diradare le annaffiature fino a sospenderle completamente. In autunno, riporla al chiuso, in luogo con temperature non inferiori ai 15 gradi, non umidi, lontano da fonti di calore e spifferi freddi. Per prevenire marciumi invernali, trattare tutte le parti del tronco con un fungicida a largo spettro, meglio se in polvere; ripetere più volte il trattamento durante tutto il periodo. La plumeria viene attaccata raramente da afidi o cocciniglie, che possono essere trattati con miscele di insetticida e olio bianco minerale. Le foglie possono venire attaccate però da parte del ragnetto rosso a causa di poca ventilazione, con aria caldo-umida, procurando ingiallimento delle foglie e caduta delle stesse; trattare con acaricida.


Nel nostro blog si pubblicano soltanto contenuti originali inediti! REGISTRATI GRATUITAMENTE!